itinerario, san giovanni bianco, val seriana
Pubblicato il 21 Marzo 2022

Alla scoperta del Bosco Incantato

Categoria: News

Sono molti i segreti che i nostri territori custodiscono gelosamente. Per chi cerca escursioni poco note al pubblico tra antichi sentieri, natura ed il silenzio della montagna, allora il Bosco Incantato è la miglior scelta.

L’itinerario si sviluppa tra la Val SerianaVal di Scalve e Val Camonica. Una proposta adatta a tutti che può essere affrontata in totale serenità anche dai più piccoli, senza particolari accorgimenti e attenzioni, se non la prudenza che la montagna ci ha insegnato ad avere.

Panorami mozzafiato tra l’abbraccio delle Valli Bergamasche

In località Colle Vareno, appena prima degli impianti di risalita al Monte Pora, si imbocca il sentiero principale indicato del Bosco Incantato. È lungo circa 2,5 km, per circa un’ora di cammino. Molto evocativo anche nella bella stagione, in inverno assume un fascino particolare legato alla presenza della neve: è infatti percorribile anche in ciaspole e sci d’alpinismo.

Questo percorso si snoda in una fitta zona ricca di abeti, attraverso scorci e ampi panorami sulla Val Camonica e sulla Val di Scalve, tutt’intorno.
I numerosi cartelli posizionati sulla via, trasmettono informazioni legate all’habitat locale. Il sentiero termina, per semplicità di accesso, nei pressi di un capanno da caccia.

Proseguendo sulla sponda nord del Monte Pora, giungiamo nuovamente al lato della seggiovia, nel punto in cui questa termina la sua corsa. Qui, è d’obbligo proseguire verso destra in direzione della cima, per godere di una vista panoramica senza dubbio molto affascinante.

Dagli Appennini all’Adamello, dal Monte Rosa al Monviso, lo sguardo si perde nel silenzio e nell’ampiezza delle montagne; al di sotto, il Lago d’Iseo.

L’arte che prende vita dal legno

Il Bosco Incantato, tuttavia, non è solo natura sconfinata. Tra gli arbusti e i prati, infatti, i visitatori troveranno sculture di creature fantastiche che hanno preso forma dal legno di questi alberi. Gli artisti Sandro FerrariBortolo GrazioliPietro Rivadossi e Giovanni Isonni, infatti, hanno realizzato quaranta opere, tra animali e personaggi.

La bellezza e la singolarità della natura non smettono mai di stupire per la propria peculiarità: ecco ciò che accade, ogni giorno, anche nelle valli bergamasche, patrimonio da riscoprire a ritmo lento.